Residenza 2 - Collettivo W

DIALOGHI / RESIDENZE DELLE ARTI PERFORMATIVE A VILLA MANIN

Residenza 2 - obiettivo A
Villa Manin, Spazio Residenze
4–24 gennaio 2016

COLLETTIVO W (FR)
Metodo W




Equipe artistica 
Joris Lacoste, Jeanne Revel, Lou Forster

Residenza in collaborazione con Short Theatre

Residenza aperta al pubblico
venerdì 22 gennaio 2016, ore 20
Villa Manin di Passariano, Spazio Residenze


Collettivo W nasce nel 2003 con l’idea di intraprendere una ricerca artistica sulle condizioni di una enunciazione collettiva e oggi è un collettivo di ricerca sull'azione in situazione di rappresentazione.
Il Collettivo W è guidato da Joris Lacoste, artista, scrittore e autore teatrale, e dalla drammaturga Jeanne Revel. Con loro collabora Lou Forster, filosofo per formazione, sia come critico, teorico e come drammaturgo.
In questa formazione hanno lavorato a Villa Manin trovando concentrazione e ispirazione per progettare il concept e la struttura di un loro nuovo lavoro, nelle modalità tipiche del metodo W, teorizzato e messo in pratica dal collettivo nelle sue creazioni.
Il Collettivo W ha sviluppato contemporaneamente tre approcci complementari di indagine sui meccanismi della rappresentazione, una pratica, una critica e una teorica. W immagina, organizza e produce giochi, corsi di formazione teorici e pratici, pubblicazioni, conferenze e seminari critici.
La residenza di Collettivo W si è aperta per una sera al pubblico, coinvolto in giochi performativi creati con il metodo W. In particolare, i giochi sono dei dispositivi che formalizzano alcuni aspetti dell’attività del performer, del drammaturgo o degli spettatori e si presentano come performance da giocare sulla base di regole condivise.

COLLETTIVO W
Joris Lacoste
è nato nel 1973 e vive e lavora a Parigi. Scrive per il teatro e la radio dal 1996 e produce i suoi spettacoli dal 2003. Ha creato 9 lyriques pour actrice et caisse claire  ai Laboratoires d'Aubervilliers nel 2005, Purgatoire al Théâtre national de la Colline nel 2007, dove è stato anche autore associato. Dal 2007 al 2009 è stato co-direttore dei Laboratoires d'Aubervilliers. Nel 2004, per esplorare gli usi artistici dell’ipnosi, ha lanciato il progetto Hypnographie che si compone di piece radiofoniche, mostre-performative, pièce teatrali in vari formati, realizzati fra il 2009 e il 2012.  E’ parte fondativa di due progetti collettivi, il progetto W dal 2004, e l'Encyclopédie de la parole dal 2007. Con quest’ultimo ha creato gli spettacoli Parlement (2009), Suite No. 1 (2013) e Suite No. 2 (2015).
Jeanne Revel, nata nel 1972, è drammaturga e traduttrice. Come drammaturga, ha collaborato con coreografi e registi come João Fiadeiro, Joris Lacoste e Emmanuelle Huynh. Nel 2004, ha fondato con Joris Lacoste il progetto W che esplora i vari aspetti dell’azione in situazione di rappresentazione, sotto forma di seminari, performance, workshop e pubblicazioni.
Lou Forster, nato nel 1988, vive e lavora a Parigi. Si è diplomato all'EHESS con una tesi in Teoria e Linguaggio delle arti sul tema "I dispositivi di esposizione della performance. Display e rimessa in azione" e si è laureato in filosofia e studi teatrali. Dal 2010 sviluppa un'attività come critico teatrale.

CSS Teatro stabile di innovazione del FVG
T. 0432 504765 info@cssudine.it
ERPaC Ente Regionale per il Patrimonio Culturale del FVG
T. 0432 821211 info@villamanin.itwww.villamanin.it

script execution time: 0,061776876449585