Ecole des Maîtres 2016

ECOLE DES MAÎTRES 2016
Corso internazionale itinerante di perfezionamento teatrale

XXV edizione: 1 - 28 settembre 2016
maître Christiane Jatahy
titolo del corso: Cut, frame and border

Equipe del maestro:
assistenti Henrique Mariano, Paulo Dantas

Allievi: Arianna Di Stefano, Fortunato Leccese, Astrid Meloni, Matteo Ramundo (Italia); Clementine Colpin, Ines Dubuisson, Pauline Desmet, Laura Laboureur (Belgio); Natalie Beder, Karim Belkacem, Maelle Poesy, Alix Riemer (Francia); Teresa Coutinho, Vera Kolodzig, Ana Vilela da Costa, João Villas-Boas (Portogallo)


Christiane Jatahy

partner di progetto e direzione artistica CSS Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia (Italia), CREPA - Centre de Recherche et d’Expérimentation en Pédagogie Artistique (FWB/Belgio), TAGV - Teatro Académico de Gil Vicente, Colectivo 84 (Portogallo), La Comédie de Reims, Centre Dramatique National, Comédie de Caen, Centre Dramatique National (Francia)
con il sostegno di Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo - Direzione Generale Spettacolo, Regione autonoma Friuli Venezia Giulia - Direzione centrale cultura, sport e solidarietà (Italia)
con la partecipazione di Fondazione Friuli (Italia)
con la partecipazione di
Regione Friuli Venezia Giulia, Comune di Udine, Accademia Nazionale d’Arte Drammatica "Silvio d’Amico", Short Theatre, Teatro di Roma (Italia); Théâtre de Liège – Centre européen de création théâtrale et chorégraphique, Centre des Arts scéniques, Ministère de la Communauté française – Service général des Arts de la scène, Wallonie-Bruxelles International (FWB/Belgio); Ministère de la Culture et de la Communication (Francia); Universidade de Coimbra, DGArtes - Governo de Portugal / Secretário de Estado da Cultura, Câmara Municipal de Coimbra, Convento de São Francisco (Portogallo)

L’Ecole des Maîtres è un progetto di formazione teatrale avanzata che è stato creato da Franco Quadri nel 1990 e che giunge quest’anno alla venticinquesima edizione. Obiettivo formativo dell’Ecole des Maîtres è innescare una relazione fra giovani attori, formatisi nelle accademie d’arte drammatica e nelle scuole di teatro d’Europa già attivi come professionisti, e rinomati registi della scena internazionale, per dare vita a un’esperienza di lavoro fortemente finalizzata al confronto e allo scambio di competenze sui metodi e le pratiche di messinscena, partendo da testi, lingue e linguaggi artistici differenti. Nella sua continua evoluzione, l’Ecole des Maîtres si rinnova anche in questa XXV edizione, sviluppando un percorso formativo itinerante e in divenire, che verrà presentato in forme diverse nelle sue diverse sedi, storiche e nuove (con l’ingresso della francese Comédie de Caen nel partenariato). Quindi non più un workshop stanziale con il successivo tour delle presentazioni pubbliche finali, ma un corso itinerante con sette tappe, durante le quali il lavoro di prove e il confronto con il pubblico dei diversi paesi europei sono parte integrante del percorso formativo. Dopo alcuni giorni di lavoro intensivo a Udine, dall'1 all'8 settembre, il percorso formativo si svilupperà nelle successive tappe europee, lungo tutto il mese di settembre, e culminerà nelle presentazioni pubbliche: il 9 a Udine, il 12 a Roma, il 16 a Coimbra, il 20 a Liegi, il 24 a Reims e il 28 a Caen. Gli attori selezionati per partecipare a questa XXV edizione sono sedici, quattro attori/attrici per ciascun Paese partner dell’Ecole des Maîtres. Alla guida dell’Ecole des Maîtres ci sarà quest’anno la regista Christiane Jatahy, autrice, regista teatrale e cinematografica brasiliana. Formatasi in teatro e in giornalismo, e laureata in arte e filosofia, dal 2003 le sue opere dialogano con diverse aree artistiche. In teatro ha creato spettacoli che valicano i confini tra realtà e finzione, attore e personaggio, teatro e cinema. Tra questi, Conjugado, A Falta que nos move ou Todas as histórias são ficção e Corte Seco.
Ha diretto il film A Falta que nos move, filmando per 13 ore continue, senza tagli, con tre videocamere a braccio. Il materiale è stato poi montato e ora è un film presentato nei più importanti festival cinematografici brasiliani e internazionali.
Jatahy ha diretto a Londra il progetto In the comfort of your home, un doc/video/installazione delle performance di 30 artisti brasiliani nelle case inglesi.
Julia, tratto dalla "Signorina Giulia" di Strindberg, è una combinazione di teatro e cinema dal vivo. Dal 2011, lo spettacolo/film è stato presentato nei maggiori festival di teatro europei e ha vinto il premio Shell per la miglior regia del 2012.  Nel 2013 Jatahy ha sviluppato un progetto di installazioni audiovisive e documentarie Utopia.doc a Parigi, Francoforte e San Paolo.
Nel 2014 ha debuttato con E se elas fossem para Moscou? dalle “Tre sorelle" di Anton Cechov, uno spettacolo teatrale e un film rispettivamente recitato e proiettato simultaneamente  in due spazi diversi. Il film viene girato e montato in diretta contemporaneamente nel tempo in cui lo spettacolo viene recitato in teatro.
Christiane Jatahy è oggi artista associato di Odeon Théâtre d’Europe del CentQuatre a Parigi.

Il suo corso, dal titolo Cut, frame and border, ha come riferimento il film “America Oggi” (in originale "Short Cuts") del regista Robert Altman.
Si lavorerà sulla tematica delle relazioni nella contemporaneità, fra paesaggi di una realtà sociale che si comprime ed esplode; in città abbandonate, in appartamenti stipati,  fra scontri e violenze, nelle grandi differenze sociali, ai confini invisibili e visibili; una sorta di cronaca frammentata che si guarda intorno; in altre parole, l'esperienza collettiva della polis.
Sarà una performance/processo plurale e corale e avrà luogo simultaneamente,  sia dentro che fuori dalla scena.
Le immagini, proiettate su monitor, verranno catturate da telecamere di sicurezza che rivelano l'interno dei camerini come degli spazi intorno al teatro.
Come in un puzzle, la performance sarà rimontata ogni giorno.
La regista e la sua équipe lavoreranno  così insieme agli attori sulla molteplice ricostruzione della performance.
Il lavoro si creerà sia durante il processo delle prove che durante le dimostrazioni, e sarà basato su una serie di sistemi drammaturgici. Strutture che definiscono regole e situazioni per le improvvisazioni degli attori. A loro volta, le improvvisazioni saranno collegate a scene pre-determinate e a momenti jam in cui sarà coinvolta tutta l’equipe.
Regia e attori, insieme, parteciperanno a una scena viva.
Un processo aperto che si modificherà ad ogni nuova presentazione.


Calendario ECOLE DES MAÎTRES

XXV edizione: 1 - 28 settembre 2016
corso
1 - 8 settembre 2016  Udine (Italia)

dimostrazioni aperte al pubblico

9 settembre 2016 ore 19       Udine, Teatro Palamostre (Italia), in collaborazione con Friuli Doc
ingresso libero - si consiglia la prenotazione: info@cssudine.it

12 settembre 2016               Roma, Teatro India, Short Theatre (Italia)
ingresso libero - prenotazione obbligatoria a: promozione@shorttheatre.org

16 settembre 2016               Coimbra, Convento de São Francisco (Portogallo)
20 settembre 2016               Liegi, La Halte (Belgio)
24 settembre 2016               Reims, La Comédie de Reims - Petite salle (Francia)
28 settembre 2016               Caen, Théâtre des Cordes (Francia)
Segreteria Ecole des Maîtres
:
CSS Teatro stabile di innovazione del FVG
via Crispi 65 - 33100 Udine  tel +39 0432 504765 - fax +39 0432 504448
dal lunedì al venerdì, ore 9-13/15-17
Sonia Brigandì soniabrigandi@cssudine.it

Immagini

script execution time: 0,028110027313232