La Nouvelle Ecole des Maîtres 2008

La Nouvelle Ecole des Maîtres 2008
Corso internazionale itinerante di perfezionamento teatrale
XVII edizione 9 agosto - 12 settembre 2008
direzione artistica Franco Quadri


atelier 2008 Vicino al cuore selvaggio
maestro Enrique Diaz


Enrique Diaz

equipe 2008
assistente del maestro Mariana Lima
con la collaborazione di Daniela Fontes

allievi
Coraline Clement, Florence Minder, Clément Thirion (Belgio)
Elena Bosco, Ana Das Chargas, Charly Totterwitz (Francia)
Andrea Capaldi, Corinne Castelli, Giuseppe Provinzano (Italia)
Gilberto Oliveira, Marco Paiva, Maria João Pinho (Portogallo)

partner di progetto
CSS Teatro stabile di innovazione del FVG (Italia), Centre de Recherche et d’Expérimentation en Pédagogie Artistique - CREPA (CFWB/Belgique), La Comédie de Reims, centre dramatique national (France), Teatro Nacional D. Maria II (Portugal)

con la partecipazione di
ETI - Ente Teatrale Italiano (Italia), Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia (Italia), Ministère de la Culture et de la Communication (France), Ministère de la Communauté française - Service général des Arts de la Scène (CFWB/Belgique), Commissariat général aux Relations internationales (CFWB/Belgique), Fonds d’Assurance Formation des Activités du Spectacle (France)

coordinamento europeo La Nouvelle Ecole des Maîtres:
CSS Teatro stabile di innovazione del FVG
via Crispi 65 - 33100 Udine
tel +39 0432 504765 - fax +39 0432 504448
info@cssudine.it - www.cssudine.it

LA NOUVELLE ECOLE DES MAITRES:
Italia, Belgio, Francia e Portogallo: dal 9 agosto riparte dal Friuli la diciassettesima edizione del Progetto europeo coordinato dal CSS Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia
 

Il regista brasiliano Enrique Diaz dà vita alla diciassettesima edizione della Nouvelle Ecole des Maîtres, il Progetto europeo di formazione teatrale avanzata, diretto da Franco Quadri, in programma dal 9 agosto al 12 settembre 2008.

Coordinata e promossa dal CSS Teatro stabile di innovazione del FVG e dall’ETI Ente Teatrale Italiano di Roma, grazie al sostegno dell’Assessorato alla Cultura della Regione Friuli Venezia Giulia, l’Ecole è uno dei primi modelli di progettualità culturale condivisa tra Paesi dell’Europa, riconosciuta dall’Unione europea come “unico ed esemplare riferimento di formazione superiore internazionale”. Il Progetto è realizzato insieme a Belgio (CREPA, Ministère de la Communauté française, Commissariat général aux Relations internationales), Francia (La Comédie de Reims, Ministère de la Culture e Fonds d’Assurance Formation des Activités du Spectacle), Portogallo (Teatro Nacional D. Maria II).
Si tratta di un progetto consolidato e di ampio respiro che contribuisce a rendere il territorio del Friuli Venezia Giulia un luogo di eccellenza e non periferico rispetto alle più innovative esperienze volte alla costruzione della “nuova Europa delle Culture”.

Aperta a giovani attori europei, di età compresa fra i ventiquattro e i trentadue anni, formatisi nelle Accademie d’arte drammatica e nelle Scuole di teatro d’Europa e già attivi in ambito professionale, l’Ecole è affidata ogni anno a rinomati registi della scena mondiale con l’obiettivo di dare vita a un’esperienza di lavoro fortemente finalizzata al confronto e allo scambio di competenze sui metodi e le pratiche di messa in scena, partendo da testi, lingue e linguaggi artistici differenti, nel corso di atelier a carattere itinerante.

Tra i celebri maestri che si sono susseguiti nel corso degli anni ricordiamo, tra gli altri: Jerzy Grotowski, Anatolij Vasil’ev, Dario Fo, Peter Stein, Luca Ronconi, Jan Fabre, Lev Dodin, Eimuntas Nekrosius, Antonio Latella.

Tredici sono gli attori selezionati per l’atelier 2008 che sotto la direzione del regista e attore Enrique Diaz - reduce dai successi internazionali dei suoi spettacoli Rehearsal. Hamlet e Seagull-Play - affronteranno i segreti di un teatro contemporaneo e d’innovazione attraverso una riflessione sulle forme estetiche del teatro, della danza, delle arti visive del presente, in un percorso intitolato Vicino al cuore selvaggio ispirato all’omonimo romanzo Clarice Lispector.

L’atelier si svilupperà dal 9 agosto al 12 settembre 2008 e avrà come sedi di lavoro l’Italia al Teatro S. Giorgio di Udine (dal 9 al 21 agosto) e la Francia, La Comédie de Reims, Centre Dramatique National (dal 23 agosto al 4 settembre).

Come tradizione dell’Ecole, gli esiti dell’atelier verranno presentati al pubblico in tre dimostrazioni finali in programma a Bruxelles al Théâtre Varia il 6 settembre, a Roma al Teatro Quirino il 9 settembre e a Lisbona nell’Espaço Politécnica il 12 settembre 2008.


Calendario La Nouvelle Ecole des Maîtres 2008

9 - 21 agosto 2008
atelier a Udine, Teatro S. Giorgio

23 agosto - 4 settembre 2008
atelier a Reims, Atelier de La Comédie de Reims

6 settembre 2008
dimostrazione pubblica a Bruxelles, Théâtre Varia

9 settembre 2008
dimostrazione pubblica a Roma, Teatro Quirino

12 settembre 2008
dimostrazione pubblica a Lisbona, Espaço Politecnica


Vicino al cuore selvaggio
introduzione del maestro all’atelier

« Lo stato delle cose - l’attore, le pulsioni e l’immaginario contemporaneo. L’individuo e la società nella creazione del fenomeno teatrale. Intersezione di muscoli, cuore e vene; di stati dell’essere e della percezione. Memoria personale e dramma familiare. La Storia e le storie. La Casa e la Città.

Con l’aiuto di Mariana Lima e Daniela Fontes, ho intenzione di impostare il lavoro sulla base delle tecniche « Viewpoints » e « Composition », come elaborate da Anne Bogart, regista, teorica, direttrice della SITI Company e professore associato alla Columbia University di New York.
L’obiettivo è quello di sviluppare un lavoro al tempo stesso individuale e collettivo, alla ricerca di nuove poetiche, a partire dall’ascolto, dall’osservazione concreta della realtà, da intenzioni fisiche e ludiche. Lo stage si baserà sulla recitazione degli attori, l’assimilazione di elementi di diversa natura e sulla produzione di materiale teatrale.
Questo lavoro ricerca uno sguardo contemporaneo, modalità che riescano a coniugare narrazioni personali e narrazioni civili, realtà fisica e realtà scenica - il rapporto tra il corpo, lo spazio esterno e lo spazio interiore, la produzione di storie, la rappresentazione della memoria a partire da immagini concrete, da oggetti e spazi definiti.
La voce e i corpi, l’arte come esperienza di assimilazione e di espressione del tutto. Riflessione sulle forme estetiche del teatro, della danza, delle arti visive del presente.
Vorrei condividere questo stage con attori e artisti che desiderano lavorare in gruppo, cercare forme e poetiche nuove per la scena. »
Enrique Diaz, giugno 2008


Enrique Diaz

Il regista brasiliano Enrique Diaz, 40 anni, ha diretto numerose opere teatrali, tratte dal repertorio classico e contemporaneo: Le tre sorelle, di Cechov, Rehearsal. Hamlet / Répétition. Hamlet da Shakespeare, La Passione secondo GH, di Clarice Lispector, Melodrama, di Felipe Miguez. Ha ricevuto numerosi premi in Brasile, ma anche il Premio della Critica Francese per il Miglior Spettacolo Straniero 2005/2006 (Rehearsal. Hamlet).
Nel 1988 fonda la Companhia dos Atores a Rio de Janeiro. Il gruppo debutta all’inizio degli anni Novanta con lo spettacolo A Bao A Qu, ispirato ai testi di Jorge Luis Borges.
Tutti gli spettacoli di Enrique Diaz recano il segno di un regista che è allo stesso tempo anche attore e che mette in primo piano la figura dell’interprete; gli spettacoli sono così costruiti intorno e a partire dalla figura dell’attore.
Dal 1994 al 1997 è stato direttore artistico del Teatro Ziembinski e nel 1998 dello Spazio Culturale Sérgio Porto, entrambi legati alla Rete Municipale dei Teatri della Prefettura della Città di Rio de Janeiro.
Dal 2002 dirige anche il Coletivo Improviso, nato dall’incontro di artisti di diverse discipline durante un seminario per attori e danzatori diretti dallo stesso Diaz e da Mariana Lima. Coletivo Improviso utilizza l’improvvisazione e la multidisciplinarietà per gettare un nuovo sguardo sulle questioni legate alle nuove forme urbane. È artista associato de La Ferme du Buisson - Scène Nationale de Marne-la-Vallée.
Dopo i successi internazionali di Rehearsal. Hamlet e Seagull-Play, Enrique Diaz affronterà con gli attori europei della Nouvelle Ecole des Maîtres i segreti di un teatro di demistificazione, in un atelier intitolato Vicino al cuore selvaggio ispirato all’omonimo romanzo di Clarice Lispector.

Immagini

script execution time: 0,04242205619812