Dialoghi / Residenze delle arti performative a Villa Manin 2018-2020

Ideato in stretta continuità con il primo progetto avviato nel triennio 2015-2017 il nuovo Dialoghi_Residenze delle arti performative a Villa Manin vuole riflettere, sviluppare e mettere alla prova progetti creativi, processi performativi e teorici in completa libertà artistica per favorire al massimo il dialogo e lo scambio di visioni ed esperienze tra artisti e territorio.


DIALOGHI / RESIDENZE DELLE ARTI PERFORMATIVE A VILLA MANIN

un progetto 
CSS Teatro stabile di innovazione del FVG
con il contributo di
Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
e con la collaborazione di
ERPaC Ente Regionale per il Patrimonio Culturale del FVG


dialoghi nuovo logo.jpg

Ideato in stretta continuità e per sviluppare ulteriormente il primo progetto di residenze artistiche della Regione Friuli Venezia Giulia, avviato lo scorso triennio 2015-2017 e affidato alla cura del CSS Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia, il nuovo progetto Dialoghi_Residenze delle arti performative a Villa Manin vuole riflettere, sviluppare e mettere alla prova progetti creativi, processi performativi e teorici in completa libertà artistica per favorire al massimo il dialogo e lo scambio di visioni ed esperienze tra artisti e territorio.

Le residenze di Dialoghi sono concepite come luogo di incontro per artisti di provenienze, formazioni ed esperienze culturali diverse e generano delle vere e proprie comunità artistiche temporanee che non operano in isolamento ma, al contrario, in una ricerca di relazione permanente con il territorio e chi ci vive e ci opera. Formazioni teatrali e di performer, emergenti e affermate, italiane e internazionali, vengono invitate, durante tutto l’anno e per periodi intensivi, a vivere e lavorare artisticamente negli spazi della dimora di Passariano, che mette a loro disposizione un sistema di spazi di residenza, sale prove e la foresteria.
Residenze così concepite possono sviluppare traiettorie di pensiero e creative, intercettare interferenze fisiche, mentali e sociali, abitando un luogo e portandogli in dote un forte senso di collettività.

Dialoghi_Residenze delle arti performative a Villa Manin riflette e si sviluppa sulla base della necessità di individuare artisti e personalità già affermati nel panorama artistico nazionale e internazionale insieme ad altri, più giovani ed emergenti, con una particolare attenzione alle risorse artistiche del Friuli Venezia Giulia.

La multidisciplinarietà è territorio comune e di incontro per tutti, poiché il concept di Dialoghi riguarda una relazione aperta e un confronto tra artisti, tra artisti e territorio, tra diverse culture, tra diverse arti e forme espressive, un laboratorio dove sperimentare e ibridare i diversi linguaggi artistici.
Ogni artista o équipe avrà carta bianca in merito al tema e ai metodi di lavoro della propria residenza, a chi manifesta la necessità di accompagnamento in relazione allo sviluppo del progetto creativo sono affiancati esperti e professionisti dei settori.

Le proposte artistiche si concentreranno nello sviluppo di start up per un nuovo percorso creativo oppure potranno aggiungere una nuova tappa a un processo di creazione già in atto, o, ancora, potranno essere un momento di verifica e approfondimento di un lavoro artistico.

Al termine o nel corso della residenza, sono previsti momenti di apertura al pubblico dei laboratori creativi, incontri e workshop con esperti, critici, altri artisti, proseguendo quel lavoro già iniziato nello scorso triennio, che ha reso Dialoghi_Residenze delle arti performative a Villa Manin un centro di incontri sulle arti performative, fucina di sperimentazione e connessioni per gli operatori culturali e il pubblico, e inserendosi in un importante sistema di residenze artistiche italiane ed europee.