la sede css
news 2013/2014 | IN/OUT storie a piede libero: 18 ottobre al Museo Carnico delle Arti Popolari 'Michele Gortani' di Tolmezzo

IN/OUT storie a piede libero: 18 ottobre al Museo Carnico delle Arti Popolari 'Michele Gortani' di Tolmezzo

scarica il programma completo di IN/OUT Storie a piede libero: 18 ottobre 2013 Tolmezzo
vai al Progetto Case Circondariali

IN/OUT : STORIE A PIEDE LIBERO

"In/out: storie a piede libero" nasce con l'ambizione di poter attivare una riflessione attorno alla funzione sociale, educativa e riabilitativa del carcere, alla cultura dell'accoglienza, all'inclusione sociale, alla connessione tra legalità, responsabilità e cittadinanza.
Nell'immaginario collettivo, la funzione del carcere è legata al contenere, al punire e al far pagare il proprio debito a chi ha commesso un reato. Non tiene conto del concetto del "ri-educare", del cercare di favorire il cambiamento delle persone, affinché possano diventare cittadini in grado di lavorare, di avere comportamenti onesti, di immaginarsi una vita diversa, di potersi re-integrare nella comunità.
Ulteriore tema di riflessione, specialmente per i ragazzi e i giovani e coloro che sono responsabili delle loro educazione è quello della legalità. Una pensiero su qual è la percezione di legalità/illegalità nei comportamenti più diffusi tra i ragazzi, la percezione rispetto alle mafie ed ai suoi mercati, la connessione tra legalità, responsabilità e cittadinanza.
"In/out: storie a piede libero" è un evento pensato, organizzato e promosso all'interno di un tavolo di lavoro del Piano di Zona della Carnia dedicato agli adulti fragili che ha realizzato i progetti "Reinserire responsabilizzando" a favore di persone detenute ed ex detenute e il progetto "Libera tutti: un percorso verso la legalità" a favore di un gruppo di ragazzi.
La sua realizzazione è stata possibile grazie ad un finanziamento regionale ottenuto secondo il regolamento "Per la concessione dei finanziamenti di progetti a favore di persone a rischio di esclusione sociale, nonché detenute ed ex detenute presentate da enti locali e altri soggetti pubblici e privati, ai sensi dell'art. 4, co. 69-74, L.R. 23 gennaio 2007, n. 1 (Legge finanziaria 2007) e successive modifiche e integrazioni" DPReg del 2 Ott. 2008, n. 0264/Pres, art. 6, co. 2.
"Durante la mattinata saranno presentate in forma laboratoriale le attività che alcune cooperative/associazioni/enti hanno realizzato e stanno realizzando all'interno delle case circondariali quali opportunità educative e formative.
Uno spazio particolare verrà lasciato ai ragazzi del progetto "Libera tutti: un percorso verso la legalità" che presenteranno la loro esperienza di volontariato nelle terre confiscate alla mafia in collaborazione con l'associazione Libera.
I ragazzi delle scuole secondarie di secondo grado di Tolmezzo avranno quindi la possibilità di vedere, toccare, fare, ma soprattutto capire e discutere attorno ai temi dell'inclusione sociale e della legalità attraverso i laboratori.
Durante il pomeriggio verrà affrontato il tema dell’inclusione sociale attraverso diversi momenti di riflessione, di espressione artistica, di storie di vita per concludere con una tavola rotonda(causa i posti a sedere limitati è consigliata l’iscrizione).
Sarà inoltre possibile visitare gli stands realizzati dalle realtà partecipanti all’evento.

Mattina – ore 8.00-13.00
Laboratori educativi rivolti ai ragazzi delle scuole secondarie di secondo grado a cura di:
•Libera (Associazioni, nomi e numeri contro le mafie)
•Cooperativa Sociale Arteelibro
•CSS Teatro stabile di innovazione del FVG
•Cooperativa Sociale Itaca
•Cooperativa Sociale Aracon
•Duemilauno Agenzia Sociale

Riflessioni conclusive con Don Pierluigi Di Piazza (Responsabile del Centro di Accoglienza Don Ernesto Balducci di Zugliano) e con lo scrittore Pino Roveredo.

Pomeriggio – ore 14.30-18.30
14.30
SALUTI DELLE AUTORITÀ
ACCOGLIENZA, INCLUSIONE SOCIALE, DIRITTI
interventi a cura di Don Di Piazza e Pino Roveredo.
15.45/16.45
proiezione di “DENTRO IL TEATRO”
Laboratorio video nella Casa Circondariale di Pordenone a cura di Rita Maffei.
Testimonianze e conversazione con Pino Roveredo sul laboratorio tenuto con i detenuti della Casa Circondariale di Pordenone in collaborazione con “I ragazzi della Panchina”.
16.45/17.00
PAUSA CAFFÉ
17.00
UNA STORIA A PIEDE LIBERO: racconto da parte di un carcerato
17.15
TAVOLA ROTONDA: POSSIBILI PERCORSI EDUCATIVI E DI ACCOGLIENZA DENTRO E FUORI DAL CARCERE
Partecipano:
Alberto Bevilacqua: Presidente CSS Teatro stabile di innovazione del FVG
Sergio Bolzonello: Vicepresidente e assessore alla attività produttive, risorse rurali, agroalimentari e forestali della Regione FVG
Mariangela Cunial: Presidente del Tribunale di Sorveglianza di Trieste f.f.
Silvia Della Branca: Dirigente Casa Circondariale Tolmezzo
Stefania Gremese: Direttore U.E.P.E. di Udine, Pordenone e Gorizia
Modera Miriam Totis: Responsabile SSC 3.2 “Carnia”
18.30
APERITIVO DI SALUTO

Hanno collaborato alla realizzazione dell’evento:
•Ministero della Giustizia
•Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Direzione Centrale Risorse Rurali Agroalimentari e Forestali
•Servizio Sociale dei Comuni 3.2 Carnia
•Biblioteca Civica di Tolmezzo
•Coop. Sociale Aracon
•Coop.Sociale Arte e Libro
•Libera (Associazioni, nomi e numeri contro le mafie)
•Cooperativa Sociale Arteelibro
•CSS Teatro stabile di innovazione del FVG
•Cooperativa Sociale Itaca
•Duemilauno Agenzia Sociale
•Cooperativa Sociale Solo Servizi
•Cooperativa Sociale Hattiva
•Consorzio 609 Cooperativa Sociale

per informazioni e iscrizioni rivolgersi a:
Dr.ssa Paola Dario
E-mail: paola.dario@ass3.sanita.fvg.it
Tel: (+39) 0433 488873