• darkblurbg

Udine | Teatro S. Giorgio
14 febbraio 2020

Vennero in tanti e si chiamavano gente
Viaggio di poesia e musica tra Spoon River e i suoi affluenti

dai 16 ai 18 anni – scuola secondaria di II grado

locandina
anno
2020
testo
drammaturgia Hugo Samek
interpreti
Klaus Martini e Nicoletta Oscuro
voce e chitarre Matteo Sgobino
contrabbasso e mandolino Alessandro Turchet


durata 60’
teatro canzone

Un fiume di poesia, parole, canzoni, ridere rauco, ricordi tanti e nemmeno un rimpianto.
Navigando nel labirinto umano di Edgar Lee Masters, in quell’epopea all’incontrario che è l’Antologia di Spoon River e tuffandoci tra le note di De André, reinventiamo uno spazio mitico, anti-eroico, limpido e sinceramente umano.

Gli abitanti di una piccola città di fantasmi raccontano la propria storia con la semplicità disarmante di chi dorme sotto l’erba e sembra ormai giacere quieto.
Li ascoltiamo e ci pare di sentirci meno soli, osserviamo questa umanità imperfetta, fragile, e sorridiamo indulgenti nel vedere che ci somiglia.
Un omaggio agli abitanti dell’immaginario paesino di Spoon River e al poeta De André, che nel disco Non al denaro non all’amore né al cielo mise in musica le loro storie fatte di vizi e virtù.
Ideato dal Comune di Casarsa della Delizia (PN) a vent’anni dalla scomparsa di Fabrizio De André.

Immagini