Angelica ama Medor, Orlando pazzo geloso e le magie di Astolfo

Italo Calvino amava moltissimo l’Orlando furioso e lo definì “il poema dal movimento errante” che ora diventa un viaggio fresco e leggero in compagnia di Desy Gialuz, Giorgio Monte e Manuel Buttus che lo introducono e raccontano ai ragazzi attraverso i suoi passaggi più popolari.

locandina
anno
2016
interpreti
con Desy Gialuz, Giorgio Monte e Manuel Buttus
produzione
Prospettiva T / Teatrino del Rifo - Torviscosa
in coproduzione con
CSS Teatro stabile di innovazione del FVG

tecniche utilizzate: letture sceniche
durata: 60 minuti

Italo Calvino amava moltissimo l’Orlando furioso e lo definì “il poema dal movimento errante”. Lo affascinava la modernità di quel procedere discontinuo, quasi a zig zag, l’inventiva con cui Ariosto riesce a tenere con il fiato sospeso i suoi lettori e a trascinarli in un labirinto senza fine di emozioni, fra le mille vicende delle sue “donne, i cavalier, l’arme, gli amori”.

Il poema errante diventa un viaggio fresco e leggero in compagnia di tre attori che lo introducono e raccontano ai ragazzi attraverso i suoi passaggi più popolari.
Le letture si concentreranno principalmente sui canti XIX (“Angelica e Medoro”), XXIII (“La pazzia di Orlando”) e XXXIV (“Astolfo sulla luna”), per raccontare una delle storie d’amore più famose della letteratura che si studia a scuola: quella del paladino Orlando per la bella Angelica, una storia di passione e tormenti in cui magari immedesimarsi per non sentirsi più soli a fare i conti con le delusioni d’amore.
Mentre la figlia del re del Catai gli sfugge, vedremo Orlando gettarsi in un’avventurosa ricerca, durante la quale il paladino cade vittima degli incantesimi del mago Atlante, salva fanciulle in pericolo, fa strage di nemici e infine, quando scopre che Angelica è innamorata del saraceno Medoro, impazzisce. Astolfo allora, con l’aiuto di un cavallo alato, l’Ippogrifo, si reca sulla Luna per riprendere il senno di Orlando, il quale, solo dopo aver annusato l’ampolla che lo contiene, riacquista la ragione…

Teatrino del Rifo

La compagnia, costituitasi nel 1991 a Torviscosa (UD) e da subito diventata un punto di riferimento per giovani attori della Bassa Friulana, accanto alla produzione di spettacoli per il pubblico adulto e alle collaborazioni per radio, TV e cinema, ha maturato una pluriennale esperienza di pedagogia teatrale, dirigendo stage rivolti ad adulti, laboratori per gli studenti di scuole di ogni ordine e grado. Sono gli autori di una Trilogia di spettacoli per ragazzi che tocca i temi del bullismo, delle guerre e l’impiego dei bambini nei conflitti armati, e della Costituzione italiana.
www.teatrinodelrifo.it

Tournée

prima assoluta
15 gennaio - 29 febbraio 2016
Contatto TIG Teatro per le nuove generazioni 15-16
Udine e Bassa Friulana, aule scolastiche
script execution time: 0,012711048126221