L'arte e la maniera di abbordare il proprio capoufficio per chiedergli un aumento

Il testo esplora la casistica della richiesta di aumento, esaurendone matematicamente le probabilità in un gioco ironico e crudele in cui si espongono le mille varianti e si tentano improbabili e divertenti “istruzioni per l’uso”.

locandina
anno
2006
testo
Georges Perec
traduzione di Letizia Pellizzari Gusella
regia
Alessandro Marinuzzi
interpreti
Rita Maffei
e...
assistente alla regia e allestimento Federica Mangilli

l’abito di scena di Rita Maffei è realizzato da Bruna Bassi
sedia System, S. Giovanni al Natisone (UD)
produzione
CSS Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia

Premio Caprienigma 2010 ad Alessandro Marinuzzi

le repliche dal 5 al 9 dicembre 2011 ore 21 al Teatro S.Giorgio di Udine fanno parte di 'teatri a km 0' di TEATRO CONTATTO 30 e sono proposte in collaborazione con Akropolis 12

Sono passati oltre vent'anni dalla fortunata messa in scena de L’aumento di Georges Perec, con cui la neonata compagnia del CSS debuttò al festival di Asti ’90, e non è affatto strano che Rita Maffei abbia sentito il desiderio di proporre all’amico e regista Alessandro Marinuzzi di lavorare nuovamente sul racconto da cui lo scrittore francese fece nascere il testo teatrale L'aumento ovvero come disporre, qualunque siano le condizioni sanitarie, psicologiche, climatiche, economiche, o di altra ragione, delle maggiori probabilità possibili quando chiedete al vostro principale di rivedere totalmente il vostro stipendio.

L’arte e la maniera di abbordare il proprio capoufficio per chiedergli un aumento di Georges Perec esplora la casistica della richiesta di aumento, esaurendone matematicamente le probabilità in un gioco ironico e crudele in cui si espongono le mille varianti e si tentano improbabili e divertenti “istruzioni per l’uso”. Questi folli, demenziali e ostinati consigli vengono dati rivolgendosi direttamente ad un piccolo gruppo di spettatori invitato ad accomodarsi in una sala riunioni e a sedersi attorno ad un grande tavolo da Consiglio di Amministrazione. É infatti proprio questo ossessivo rivolgersi all’ascoltatore, immaginandolo nelle mille varianti del caso, a mantenere il testo di Georges Perec – l’eclettico scrittore, sociologo ed enigmista francese – sempre in bilico tra il maniacale divertimento matematico e la disperata ricerca di una soluzione, tra le comiche vicende del povero protagonista e la commovente inutilità dei suoi tentativi, rendendo tutta l’opera metafora di un’infinita rincorsa esistenziale.

Alessandro Marinuzzi – il regista triestino legato a tante avventure produttive del CSS – si diverte a riscoprire il testo teatrale dove lo scrittore francese tratta la questione dell’agognato aumento con humour e un pizzico di cinismo, e porta in scena una versione dove un decalogo di regole e procedure rette da equilibri delicatissimi viene illustrato da una sola voce, quella dell’attrice Rita Maffei, chiamata a impartire agli spettatori preziosi consigli su come affrontare il fatidico percorso verso la stanza del “capo”.

“Ora la febbrile Rita Maffei la riprende da sola (...) in un inappuntabile completo da hostess aziendale, incarnando la figura maschile o femminile di chi consacra la vita al vano gesto della richiesta d’aumento, coinvolgendo gli immaginari impiegati a cui si rivolge e la quarantina di spettatori che circondano il tavolino centrale in un insesorabile gioco dell’oca a immagine della nostra vita. Da vivere insieme.” Franco Quadri, La Repubblica

La proposta di Rita Maffei di tornare ad interpretare non uno dei sei personaggi ma quella voce che sta all’origine di tutto il lavoro di Perec e nostro, dentro quel labirinto di ipotesi che vuole esaurire tutte le combinazioni a disposizione di un impiegato che cerca di ottenere un aumento del suo stipendio, mi ha dunque subito avvinto. La vicenda dell’impiegato di Perec che continua a vivere ed invecchiare all’interno della stessa azienda illudendosi di riuscire ad ottenere un seppur minimo aumento di stipendio mi sembra ormai una storia che non definirei più kafkiana o fantozziana, ma donchisciottesca, metafisica, appartenente a un eroe di un mondo fantastico che si scontra con una realtà incongrua, una falena solitaria che sbatte le ali contro la lampada della rivendicazione individuale, mentre la finestra del mercato del lavoro, sempre che sia aperta, sta da un’altra parte.” Alessandro Marinuzzi, note di regia per la prima assoluta (2006)

Intervista radiofonica a Rita Maffei - Radio Tre, Il Terzo Anello - Aladino, 3 agosto 2006

Il regista triestino Alessandro Marinuzzi è il vincitore del VII “Premio Caprienigma per l’arte 2010” a riconoscimento del suo pioneristico lavoro teatrale di riscoperta, in Italia, dell’opera di Georges Perec, il celebre scrittore-enigmista francese.

Venerdì 12 novembre 2010, all’Institut Français “Le Grenoble” di Napoli, Marinuzzi ha ricevuto il premio in abbinata con la poetessa Patrizia Valduga (Premio Caprienigma per la letteratura 2010), nell’ambito della manifestazione “Il potere del potenziale – Regole per la creatività” promossa da Oplepo - Opificio di Letteratura Potenziale e “costola italiana” del più celebre Oulipo l’istituto fondato nel 1960 in Francia da Raimond Queneau e a cui aderirono, fra gli altri, lo stesso Perec e Italo Calvino.

Il Premio Caprienigma  - che quest’anno festeggia con un convegno sia il ventennale dell’Oplepo che i cinquant’anni di Oulipo - è stato vinto nelle precedenti edizioni da personalità come Edoardo Sanguineti, Enrico Baj, Luciano Berio, Jacques Roubaud, Fabio Carpi, Guido Davico Bonino, Alessandro Bergonzoni, Petra Magoni.

La premiazione di venerdì è stata preceduta dalla lettura scenica di L’arte e la maniera di abbordare il proprio capoufficio per chiedergli un aumento, il monologo di Perec  che Alessandro Marinuzzi ha messo in scena nel 2006 per la produzione del CSS Teatro stabile di innovazione del FVG dirigendo l’amica e attrice Rita Maffei in un’intrigante sfida scenica.

Immagini

Tournée

prima assoluta

3 agosto 2006
, ore 21
4 agosto 2006, ore 22.30
Festival di Montalcino
Montalcino (SI), Teatro degli Astrusi, Sala della Musica

tournée

22 agosto 2006
, ore 21
Torviscosa (UD), Corte con ingresso da p.le Marinotti
dal 27 al 29 ottobre, ore 21
dal 3 al 5 novembre, ore 21
dal 7 al 12 novembre 2006, ore 21
Teatro Contatto 06_07
Udine, Teatro S. Giorgio
13 novembre
Centenario CGIL
Bologna, Arena del Sole
19 novembre 2006, ore 21
Mestre (VE), Centro Culturale Candiani
25 gennaio 2007
Cairo (Egitto), Teatro Hanager
il 6 febbraio, dall'8 al 10 febbraio e 12-13 febbraio 2007, ore 21
7 febbraio 2007, ore 21.30
11 febbraio 2007, ore 17
altri percorsi - Il Rossetti Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia
Trieste, Sala Bartoli
dal 15 al 17 febbraio e dal 20 al 24 febbraio 2007, ore 22
18 e 25 febbraio, ore 17.30
Milano, Teatro Litta, Sala Cavallerizza
27 febbraio 2007, ore 21
Prato, Officine Giovani - Cantieri Culturali
3 marzo 2007, ore 19
Fiera Rosa
Torreano di Martignacco (UD), Fiera di Udine - Padiglione 9 
16 marzo 2007, ore 21
Gradisca d'Isonzo (GO), Sala Bergamas
5 aprile 2007, ore 21
Monte San Vito (AN), Teatro La Fortuna
1 maggio 2007, ore 18
Chieti, Sala Didattica del Museo La Civitella
5 giugno 2007, ore 21.15
Tra Cielo e Terra Sulla Strada del Sagrantino
Marcellano di Gualdo Cattaneo (PG), Cantina Còlpetrone
7 giugno 2007, ore 20.30
Nola (NA), sede dell'Associazione La festa dei folli
27 luglio 2007, ore 21
Ponzano Veneto (TV), Giardino di Villa Serena o Sala Biblioteca
11 gennaio 2008, ore 21
Sarnonico (TN), Teatro Livio Covi
12 gennaio 2008, ore 21
Nago Torbole (TN), Teatro Casa della Comunità
18 gennaio 2008, ore 21
Toscolano Maderno (BS), Sala del Centro di Eccellenza - Polo Cartario di Maina Inferiore
5-6 febbraio 2008, ore 20.30
Bolzano, Teatro Comunale
9 febbraio 2008, ore 21
Vertigini #4
Noventa di Piave (VE), Palazzetto dello Sport F. Fontebasso
15 febbraio 2008, ore 21
Molinella (BO), Auditorium Comunale
16 febbraio 2008, ore 21
Montebelluna (TV), Teatro Nuovo di Villa Correr Pisani
23 febbraio 2008, ore 21
Nago Torbole (TN), Teatro Casa della Comunità
dal 26 febbraio al 1 marzo 2008, ore 20.45
Molfalcone (GO), Galleria Comunale d'arte contemporanea
14 marzo 2008, ore 21
Genova, Teatro Cargo
29 novembre 2008, ore 21
Bagnolo Mella (BS), Palazzo Bertazzoli, Sala Filanda
16-17 febbraio 2009, ore 20.45
Interazioni
Pordenone, Sala Prove del Teatro Comunale Giuseppe Verdi
3 aprile 2009, ore 21
Cellatica (BS), Sala Consiglio del Palazzo Comunale
25 ottobre 2009, ore 20.30
Crema (CR), Teatro San Domenico
23 marzo 2010, ore 20.45
Latisana (UD), Centro Polifunzionale, Sala Conferenze, via Goldoni 22
dal 20 al 25 aprile 2010
Milano, Teatro Ringhiera
12 novembre 2010, ore 20.30
lettura scenica
Napoli, Institut Francais de Naples Le Grenoble
28-29 gennaio 2011, ore 21
30 gennaio 2011, ore 16.30
Lucca, Teatro del Giglio
4-5 febbraio 2011, ore 21
Soncino (CR), Ex Filanda
dal 5 al 9 dicembre 2011, ore 21
Teatro Contatto 30 - teatri a km 0
Udine, Teatro S.Giorgio
16- 17 marzo 2012, ore 20.30
Lugano in scena
Lugano, Palazzo dei Congressi – Sala B1
12 gennaio 2013, ore 21
Flero (BS); Sala Consigliare del Comune
script execution time: 0,014055013656616