Perhaps nothing can be completely destroyed
Concerto per due performer, un musicista e un sacco da boxe

Concerto per due performer, un musicista e un sacco da boxe. Una creazione di e con Lorenzo Missoni, Barbara Stimoli e Alessandro Ruzzier

locandina
anno
2013
testo
di e con Lorenzo Missoni, Barbara Stimoli e Alessandro Ruzzier
produzione
Lorenzo Missoni, Barbara Stimoli e Alessandro Ruzzier
in collaborazione con CSS Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia

Come ogni performance, Perhaps nothing can be completely destroyed oscilla fra unicità dell’esecuzione e azione ripetibile. Ma che cosa resta di quell'azione quando si arresta? Come continua a risuonare nel corpo e nell'anima dello spettatore? 
Due performer immersi nel paesaggio sonoro emozionale creato dal vivo da un musicista compositore. Un performer gioca con il moto perpetuo della vita, fa risuonare il suo 220-701 battito. L’altra fa di un sacco da box il suo doppio, in una relazione: un compagno, amante, antagonista, confidente, fino a essere solo cuore che batte. La performance è un crocevia e un incontro fra un artista visivo, Lorenzo Missoni, una danzatrice-coreografa, Barbara Stimoli, e il musicista Alessandro Ruzzier.


La creazione artistica come esternazione dei motori interiori. 
L'azione performativa come ripetibile e come ripetitività, ma unica, che vive del qui ed ora. Ma che cosa resta di quell'azione quando si arresta?
Come continua a risuonare nel corpo e nell'anima dello spettatore?
In scena, un performer rappresenta il moto perpetuo della vita e, percuotendosi il petto con un pugno chiuso, simula il battito cardiaco come suono continuo di tutta la performance.
L’altro performer si relaziona con un sacco da box che via via diventerà compagno, amante, antagonista, confidente, fino alla scomparsa di tutti gli elementi visivi nel buio della scena, dove sarà udibile ancora, solo il battito.
Il musicista costruisce dal vivo il paesaggio sonoro entro il quale si colloca l’azione e sottolinea gli ambiti emozionali, a volte giocando sincronicamente con i movimenti del secondo performer.

Lorenzo Missoni
Artista visivo che negli anni ha utilizzato differenti media come: video, performance, scultura e ha esposto in Italia e all'estero in spazi pubblici e privati come il Museo d'Arte contemporanea di Skopje, il Centro per l'Arte Contemporanea di Villa Manin, l'Atlantic Center for the Arts in Florida (U.S.A.), il Palazzo delle Stelline a Milano.
www.lorenzomissoni.it

Alessandro Ruzzier
Musicista, artista visivo, fotografo.
Di formazione multidisciplinare ha conseguito il Master in Fotografia del Territorio e
Paesaggio presso il Politecnico di Milano, facoltà di Architettura. 
Attraverso l’esperienza (intesa come sperimentazione diretta), l’osservazione,
l’intuizione, l’istinto, l’azione e la riflessione raccoglie tracce ed elementi che
sedimentano su diversi supporti ricettivi. Ho esposto i propri lavori in Italia e all'estero.
www.alessandroruzzier.it
 
Barbara Stimoli
Danzatrice e coreografa che si è formata all'Accademia di Carolyn Carlson a Venezia; ha danzato con la compagnia Arearea di Udine e il Tpo di Prato in tour internazionali. Fa parte del collettivo 220-702 La Badini di Udine con il quale ha vinto il primo premio Artelaguna 2011 per la performance "La teoria delle stringhe". Ha da poco debuttato con il suo primo lavoro coreografico "Vanitas" nella vetrina di Anticorpi XL dedicata alla giovane danza d’autore.
www.flatart.it

___________________________________________________________


Perhaps nothing can be completely destroyed
Concert for two performers, a musician and a boxing bag
 
Idea, direction and performance
Lorenzo Missoni, Barbara Stimoli e Alessandro Ruzzier
 
Artistic creation as an exteriorization of the inner driving forces.
Performing action at the same time repeatable and repetitive, unique and living here-and-now.
But what does remain of this action when it stops? Does it cancel out? Does it continue resonating and hitting inside the spectator's body and soul?
 
One performer depicts life's perpetual motion hitting his chest with a closed fist, simulating a heartbeat, thus creating a soundtrack for the performing action.
The other performer will relate to the boxing bag which will in turn become companion, lover, rival, confidant and so on, until everything disappears in the darkness of the scene, where only the pounding of the heartbeat will remain.

Immagini

Tournée

TEATRO S.GIORGIO ESTATE  21 giugno-24 luglio 2013
teatro, musica, arti visive a km 0
un progetto CSS Teatro stabile di innovazione del FVG
in collaborazione con Etrarte Radio Onde Furlane
nell'ambito di UdinEstate 2013/Comune di Udine

Giovedì 11 luglio 2013, ore 21 nell'ambito della Notte Bianca
Udine, Teatro S.Giorgio
(Tra)
PULS(T)AZIONI
con Erica Mattioni, Giulia Marcelli, Riccardo Fiore
a seguire
PERHAPS NOTHING CAN BE COMPLETELY DESTROYED
concerto per due performer, un musicista e un sacco da boxe
di e con Lorenzo Missoni, Barbara Stimoli e Alessandro Ruzzier
script execution time: 0,030010938644409