la sede css
news 2019/2020 | L’autrice Nadia Terranova nella Casa Circondariale di Pordenone presenta Addio Fantasmi per CSS e pordenonelegge 2019

L’autrice Nadia Terranova nella Casa Circondariale di Pordenone presenta Addio Fantasmi per CSS e pordenonelegge 2019

L’autrice e giornalista Nadia Terranova, finalista Premio Strega 2019, entra nella Casa Circondariale di Pordenone mercoledì 18 settembre per presentare alla popolazione detenuta il suo ultimo libro “Addio Fantasmi” pubblicato da Giulio Einaudi Editore.

L’iniziativa socio culturale è organizzata dal CSS Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia grazie alla stretta collaborazione – iniziata più di dieci anni fa- con il Festival pordenonelegge, Festa del Libro con gli Autori in programma a Pordenone dal 18 al 22 settembre 2019.

L’incontro con la scrittrice siciliana è realizzato, inoltre, in collaborazione con la Casa Circondariale di Pordenone, con il sostegno di UTI del Noncello, Servizi Sociali del Comune di Pordenone e si inserisce nell’ambito del Progetto di contrasto all’esclusione sociale e alla devianza.

“Addio fantasmi” sarà presentato per il pubblico di pordenonelegge giovedì 19 settembre (ore 17, spazio BCC Fvg). L’autrice converserà con lo scrittore Alberto Garlini, curatore del festival. E sempre a pordenonelegge Nadia Terranova sarà protagonista di altri dialoghi con gli scrittori Imre Oravecz, Marie-Aude Murail e Jacopo Olivieri. Info www.pordenonelegge.it

In “Addio Fantasmi” Nadia Terranova racconta l'ossessione di una perdita, quel corpo a corpo con il passato che ci rende tutti dei sopravvissuti, ciascuno alla propria battaglia. Una casa tra due mari, il luogo del ritorno. Dentro quelle stanze si è incagliata l'esistenza di una donna. Che solo riattraversando la propria storia potrà davvero liberarsene. Protagonista è Ida, appena sbarcata a Messina, sua città natale richiamata dalla madre in vista della ristrutturazione dell'appartamento di famiglia, che vuole mettere in vendita.

Circondata di nuovo dagli oggetti di sempre, di fronte ai quali deve scegliere cosa tenere e cosa buttare, è costretta a fare i conti con il trauma che l'ha segnata quando era solo una ragazzina. Ventitré anni prima suo padre è scomparso. Non è morto: semplicemente una mattina è andato via e non è più tornato. Sulla mancanza di quel padre si sono imperniati i silenzi feroci con la madre, il senso di un'identità fondata sull'anomalia, persino il rapporto con il marito, salvezza e naufragio insieme.

Il CSS Teatro stabile di innovazione del FVG regalerà ai detenuti alcune copie dell’ultimo libro di Nadia Terranova Addio Fantasmi