la sede css
news 2017/2018 | La scuola dello sguardo del CSS indaga il teatro contemporaneo e i suoi linguaggi

La scuola dello sguardo del CSS indaga il teatro contemporaneo e i suoi linguaggi

#2 La scrittura, lezione attorno a La vita ferma, sguardi sul dolore del ricordo è il titolo del secondo incontro di approfondimento, in programma lunedì 12 febbraio ore 18 al Teatro Palamostre di Udine (ingresso libero), de La scuola dello sguardo, il nuovo ciclo di appuntamenti ideati e curati dal CSS Teatro stabile di innovazione del FVG, realizzato con la collaborazione di Dialoghi_Residenze a Villa Manin.

Le lezioni sono condotte da Roberto Canziani, critico e giornalista, docente al DAMS – Università di Udine e sono accompagnate da immagini, video e appunti sul teatro di oggi per un percorso di formazione dello spettatore contemporaneo. Gli incontri entrano nel vivo di un dialogo per comprendere meglio le forme della scena europea più attuale e approfondire la multidisciplinarietà dei linguaggi teatrali, legati a doppio filo con le tematiche indagate dalla Stagione Contatto 36.  “L'incontro – spiega Canziani- esplorerà un tema che attraversa il teatro di tutti i tempi, ma in special modo le scene contemporanee: la scrittura. Come si scrive oggi, nel tempo dei social media? Da quali regioni della realtà, o della fantasia, emergono i personaggi? In che modo parole e voci trovano la propria strada dentro a una civiltà che si fonda sulle immagini, soprattutto quelle digitali?
Ricca di suggestioni e visioni, la lezione-conversazione anticipa la serata in cui a Teatro Contatto andrà in scena "La vita ferma", il più recente lavoro scritto da Lucia Calamaro, una delle figure più interessanti della contemporanea drammaturgia in Italia”

Le prossime lezioni sono previste per lunedì 5 marzo #3 Il movimento, lezione attorno a Chroma don’t be frightened of turning the page e venerdì 13 aprile #4 La scena, lezione attorno Uber Raffiche di Motus.

Al termine di ogni lezione (ore 19.30) segue aperitivo offerto a tutti i partecipanti al blubar.